Meno Storie

Gestire Casa e Giardino in Modo Semplice

Come Propagare la Plumeria

In questa guida spieghiamo come fare la propagazione della plumeria,

Seme: La semina è adottata solo per ottenere nuove varietà.
La temperatura di germinazione nel substrato è di 25°C ed i semi vanno posti nella seminiera ad una distanza di 5 cm uno dall’altro e si ricoprono con uno strato di terra (non più di 3 mm). Il seme deve essere seminato fresco, perciò raccolti subito dopo la maturazione (fine primavera). In circa 2 settimane nascono le giovani plantule che vengono trapiantate e rinvasate quando hanno raggiunto una altezza di circa 7 cm. con almeno 5-6 foglie mature.
Dalla semina, le piante fioriscono solitamente dopo il terzo anno.

Talea: La moltiplicazione per talea è il metodo più usato dai vivaisti; vengono usate talee di 30-60 cm prelevate da rami semilegnosi.
Le talee, appena tagliate, si privano di alcune foglie lasciandone solo alcune nella parte apicale per evitare una eccessiva traspirazione e vengono poi lasciate riposare in un ambiente asciutto e luminoso per almeno 12 gg.
Quando avranno formato il “callo” si mettono a radicare in un terriccio formato da 1/3 di torba calcitata e 2/3 di perlite in serra.
La radicazione avviene in 2-3 settimane, le annaffiature andranno eseguite con attenzione perché le talee temono l’eccesso di umidità; quando saranno radicate si provvederà ad intensificare le irrigazioni.
Avvenuta la radicazione si provvede al rinvaso in un terriccio ricco di sostanza organica, molto permeabile, composto da torba e pomice, concimato con un concime equilibrato (10-10-10) e un pH di 6,5-6,8.
Durante la crescita, sino all’autunno, si concimano con un prodotto ad alto titolo di fosforo e potassio (tipo 8-16-24) somministrandone 1,5 g/l in fertirrigazione.
La Plumeria è molto esigente in fatto di nutrimento ed è molto resistente alla salinità; le piante andranno irrigate quando il terreno si asciuga completamente.
All’autunno, quando iniziano le piogge, le piante andranno coperte e messe in un ambiente protetto per evitare eccessi di umidità, sopratutto se accompagnati da sbalzi di temperatura, entreranno in riposo e si sospendono le irrigazioni.
Sospendere le irrigazioni durante l’inverno è importante al fine di ottenere una maturazione perfetta degli steli ed una conseguente fioritura abbondante; durante la dormienza le piante possono perdere anche tutte le foglie.

Attenzione il lattice che viene emesso da una feria o taglio è tossico.

Meno Storie

Torna in alto