Meno Storie

Gestire Casa e Giardino in Modo Semplice

Home » Come Compensare la Gelatina nella Marmellata Correttamente

Come Compensare la Gelatina nella Marmellata Correttamente

Se avete preparato una marmellata in casa, e vi accorgete che non è caratterizzata da una buona quantità di gelatina, allora è bene che sappiate una cosa: la gelatinizzazione si verifica durante la cottura a seconda della quantità di pectina contenuta nei frutti, non tutti i frutti infatti contengono la quantità di pectina sufficiente a compiere la gelatinizzazione ed ottenere quindi la marmellata.

Quando vi accingete a preparare le marmellate, allora aggiungete una piccola quantità di mele o di ribes, frutti che risultano avere una quantità di pec più elevata rispetto al resto della frutta. Di conseguenza, l’aggiunta di uno di questi frutti, potrebbe compensare la quantità necessaria per ottenere la gelatinizzazione.

Se invece non desiderate aggiungere questi due frutti alle vostre marmellate e confetture, dovete ricorrere ad una sostanza gelatinizzante a base di sostanze vegetali e quindi innocui per l’uomo. Queste sostanze si possono trovare in due “formati” differenti: sotto forma liquida ed in polvere. La pectina liquida è la migliore e più adatta per la gelatinizzazione di marmellate e confetture ma, risulta essere difficile da trovare.

In alternativa, si può ricorrere ai gelatinizzanti in polvere, che si possono trovare facilmente in tutte le buone drogherie ed ormai anche nei supermercati. Questi preparati, vengono chiamati con il nome di “gel” e sono molto semplici da utilizzare visto che si sciolgono in acqua e sono del tutto affidabili perché in definitiva si tratta di pectina trattata industrialmente.

Name of author

Name: Meno Storie